Su Qqcina - L'oste e il Sacrestano - Licata (Ag)

pubblicato il 22-01-2014

“Licata, il nome di questa cittadina mi riporta alla memoria la Vigata romanzesca di Camilleri e l’idea di un pranzo mi conduce inevitabilmente al suo protagonista, il commissario Montalbano, ed alla sua passione per la cucina quale espressione della storia e della cultura siciliana.

Ed è un po’ questa l’esperienza vissuta da me, marito e figli compresi, presso l’Oste e il Sacrestano. Arrivati in corso Umberto, percorriamo a piedi l’ultimo tratto che ci porta al locale attraversando viuzze in cui si respira l’atmosfera di una kasba araba. Ci troviamo in pieno centro, e lì dove una volta vi era una sacrestia è nata questa “hostaria enoteca” . Ad accoglierci troviamo Chiara, moglie e manager ( così scherzosamente da noi soprannominata) di Peppe Bonsignore. Il locale, seppur poco luminoso, è reso accogliente da un muro in pietra bianca con grandi foto su tela che portano la firma dello stesso Peppe, e dalla grande quantità di vini e prodotti alimentari di nicchia, che scopro essere in vendita. Ci affidiamo totalmente “all’oste” per un menù degustazione, ho utilizzato appositamente questo termine perché è quello che realmente raffigura Peppe, un uomo che superficialmente si potrebbe definire introverso, ma che in realtà vuole solo raccontare sé stesso e la sua terra, a cui mostra un attaccamento viscerale, attraverso i suoi piatti. Ed in questa sua rappresentazione ha scelto di uscire dagli schemi chef-cliente.”

Avevo iniziato così una mia precedente degustazione e, proprio perché innamorata della cucina di Peppe, ho avuto modo di riassaggiare i suoi piatti l’estate scorsa.

Prima grande sorpresa, è presente in menù un piatto a me dedicato!! Chi mi conosce sa bene che non sono solita vantarmi ma, essendo un omaggio alla famosa Pasta alla Norma di catanese memoria, ne prendo atto e mi riempio d’orgoglio.

Peppe ci delizierà con un menù degustazione , sempre con l’indispensabile e complementare presenza della moglie Chiara, accompagnando ogni piatto da una sua personale spiegazione. (continua su http://www.qqucina.com/mangiare-fuori/60-l-oste-e-il-sacrestano-licata-ag )